Logo

Corrente di ricerca: L'amianto nei polmoni rimane un rischio incorruttibile di cancro

Un team di ricercatori guidato da Inke Feder e dal Prof. Andrea Tannapfel dell'Istituto di Patologia della Ruhr-Universität Bochum (RUB) insieme all'Istituto per la Prevenzione e la Medicina del Lavoro (IPA) dell'Assicurazione Legale Infortuni Tedesca (Assicurazione Infortuni Legali Tedesca) hanno pubblicato il ultima ricerca sulla biostabilità dell'amianto nei polmoni umani è pubblicata.

Titolo del messaggio: 'Asbestos is everlasting. '

Dopo aver valutato i dati del Registro Tedesco del Mesotelioma presso l'Istituto per la Patologia del RUB, si è constatato che le fibre di amianto, indipendentemente dal fatto che siano anfibolasbesto (come amianto blu, crokydolite) o crisotilo (amianto bianco), non lo sono, e la concentrazione di fibra di amianto nei polmoni rimane stabile per un periodo di quasi 40 anni.

In particolare, la pericolosità del crisotilo, il tipo di amianto più frequentemente utilizzato, è stata ripetutamente messa in discussione in passato. Questo lavoro è tanto più prezioso, dal momento che finalmente porta chiarezza a questo argomento intensamente discusso.

Fonti:

';