Casa > Panoramica dei servizi analitici > Lana minerale

Analisi delle fibre minerali artificiali (FMA): Analisi della lana minerale per le fibre OMS

I nostri servizi

 

Vi offriamo la classificazione «vecchie lane minerali» o tali fibre minerali senza marchio di qualità RAL per quanto riguarda il loro potenziale di rischio cancerogeno
 
  • Test di prodotti in fibra minerale artificiale per la presenza di fibre OMS mediante scansione microscopia elettronica, SEM

  • Determinazione dell'indice di cancerogenicità (IC) secondo il metodo IFA/BIA 7488

Informazioni generali sulla lana minerale

             
 

OMS fibre

 

Secondo il TRGS 905, fibre inorganiche (escluso l'amianto) di lunghezza > 5 μm, diametro < 3 μm e rapporto lunghezza/diametro > 3:1, fibre OMS.

 

 

Costi per l'analisi delle fibre dell'OMS

 

Esame con il microscopio elettronico a scansione come campione di materiale secondo la linea guida VDI 3866, foglio 5 per

62,00 € netti (71,92 € lordi).

 

Al listino prezzi

 
     
             
 

Indice di cancerogenicità IC

 
L'indice di cancerogenicità, IC, è una quantità senza dimensione e viene determinato in base alla composizione del materiale delle fibre minerali da valutare.
Secondo il metodo IFA / BIA 7488, esso risulta dalla somma dei contenuti di massa (in MA-%) di Na2O, K2O, CaO, CaO, MgO, BaO, BaO e B2O3 meno il doppio del contenuto di massa di Al2O3.
 
Le fibre minerali di vetro sono classificate secondo il IC secondo il TRGS 905 come segue, se corrispondono nelle loro dimensioni alla definizione di fibra dell'OMS (lunghezza > 5 µm, diametro < 3 µm, rapporto lunghezza: diametro > 3 : diametro > 3 : 1):
  • Le fibre di vetro OMS con indice di cancerogenicità IC <= 30 sono classificate nella categoria 1B.
  • Le fibre vitree dell'OMS con indice di cancerogenicità IC > 30 e IC < 40 sono classificate nella categoria 2.
  • Le fibre di vetro OMS non sono classificate come cancerogene se il loro indice di cancerogenicità
    IC >= 40.

 

Costo della determinazione dell'indice di cancerogenicità CI

 

Analisi delle fibre esistenti dell'OMS per l'indice di cancerogenicità secondo il metodo IFA / BIA 7488 per
112,00 € netti ( 129,92 € lordi).

 

Al listino prezzi 

 
     

Informazioni generali sulle fibre minerali artificiali, FMA

Lana minerale con data di produzione 1.6.2000 o successiva

  • Tutte le fibre minerali immesse sul mercato a partire dall'1.6.2000 sono state sottoposte a test di biotoleranza secondo la normativa UE o tedesca e sono considerate lana minerale nuova ai sensi del TRGS 521 e quindi sicure.

 

Lana minerale con data di produzione dal 1996 al 30.5.2000

  • Le fibre minerali immesse sul mercato tra il 1996 e la metà del 2000 possono essere state rilasciate mediante test di biocompatibilità o come fibre ICI40 (sono considerate «lana minerale nuova» e soddisfano quindi i criteri di clearance delle sostanze pericolose Ordinanza) o «vecchie lane minerali» ai sensi del TRGS 521.
  • Qui, la Gütegemeinschaft Mineralwolle e.V. offre una verifica se la lana minerale non è stata estratta da questo periodo.

 

Lana minerale con data di fabbricazione 1995 o superiore

  • Tutte le lane minerali con data di fabbricazione 1995 o superiore rappresentano lana minerale vecchia ai sensi della norma TRGS 521 e devono essere valutate come cancerogene ai sensi del TRGS 905.
  • TRGS 905 descrive in una nota a piè di pagina dell'indice di cancerogenicità IC (capitolo 2.3, polveri di fibre inorganiche) l'uso dell'IA per la valutazione dei vecchi legni minerali:
  • «Tuttavia, l'IA è un test economico che esamina i vecchi lanci installati prima del 1996 per la cancerogenicità in caso di dubbio può essere utilizzato. Le vecchie lane con fibre dell'OMS che hanno un'IA maggiore di 40 possono essere classificate come non cancerogene a causa dell'indice IC... «

 

Lana minerale senza data di produzione nota

  • Nella normativa tedesca, per lana minerale incorporata senza data di produzione nota, senza marchio di qualità RAL o nessuna possibilità di distinguere tra «lana minerale vecchia» e «lana minerale nuova».

  • Un test di cancerogenicità conformemente al paragrafo 3 o la determinazione della bioresistenza in vivo conformemente al paragrafo 4, capitolo 2.3, TRGS 905 è difficilmente possibile in retrospettiva con lana minerale integrata.

  • Pertanto, per questa lana minerale il paragrafo 1) fibre OMS e (2) indice di cancerogenicità CI, capitolo 2.3, TRGS 905 rimangono come criteri di valutazione. TRGS 905 scrive in una nota a piè di pagina sull'indice di cancerogenicità IC:
    «... L'uso dell'indice di cancerogenicità CI per classificare le fibre dell'OMS come cancerogenicità può comportare la classificazione delle fibre dell'OMS con un'IA inferiore a 40 come cancerogenicità, sebbene una prova di cancerogenicità di cui al paragrafo 3 o la determinazione della bioresistenza in vivo conformemente al paragrafo 4 non comporti un classificazione come cancerogenicità. Ciò significa che le fibre dell'OMS, per le quali solo un indice IC è inferiore a 40, sono precauzionali per essere classificate come cancerogene, anche se ulteriori test potrebbero confutare questa classificazione...»

 

Conclusioni

La successiva eliminazione dei prodotti incorporati in lana minerale mediante prove di biotoleranza non è generalmente possibile. La valutazione della lana minerale di età ai sensi della TRGS 521 e di tali lana minerale senza una data nota di fabbricazione viene effettuata, a meno che non siano generalmente classificate come cancerogene, secondo la legge tedesca (TRGS 521, TRGS 905) sulla prova delle fibre respirabili dell'OMS e sulla determinazione del indice di cancerogenicità IC.

 

Estratti dai testi legislativi attuali sulla lana minerale

... Test di laboratorio hanno dimostrato che alcune fibre di vetro (silicato) prodotte artificialmente hanno un effetto cancerogeno. Gli studi epidemiologici hanno sollevato preoccupazioni circa gli effetti sulla salute delle fibre artificiali vetrose (silicato) ...

sono considerati critici:

  • fibre vetrose (silicato) non direzionali prodotte artificialmente con un contenuto di ossidi metallici alcalini e alcalino-terrosi (Na20 + K2O + CaO + MgO + BaO + BaO) superiore al 18 per cento in peso.
  • Fibre minerali ceramiche; fibre per applicazioni speciali, non elencate separatamente nel presente allegato.

... Allo stato attuale delle conoscenze può sembrare giustificato, in determinate circostanze, escludere alcune fibre vitree (silicato) prodotte artificialmente dalla classificazione come cancerogene ...

Nota Q:

La classificazione come cancerogena non è obbligatoria se è dimostrato che la sostanza soddisfa una delle seguenti condizioni:

  • Un test di biopersistenza per inalazione a breve termine ha dimostrato che l'emivita ponderata delle fibre di lunghezza superiore a 20 }i.m. è inferiore a 10 giorni.
  • Una prova di bioperresistenza intratracheale a breve termine ha dimostrato che l'emivita ponderata delle fibre di lunghezza superiore a 20|xm è inferiore a 40 giorni.
  • Un adeguato test intraperitoneale non ha espresso alcun segno di eccessiva cancerogenicità.
  • Assenza di patogenicità o alterazioni neoplastiche rilevanti in un adeguato test di inalazione a lungo termine.

Nota R:

La classificazione come cancerogena non è obbligatoria per le fibre in cui il diametro geometrico medio ponderato per la lunghezza inferiore al doppio della deviazione standard è superiore a 6 µm.»

Fibre resistenti al biopero

(1) Le seguenti sostanze pericolose contenenti fibre minerali non devono essere prodotte o utilizzate per l'isolamento termico e acustico nella costruzione di edifici, compreso l'isolamento tecnico, o per sistemi di ventilazione:

1. non orientate fibre vetrose [silicati] aventi un tenore in massa superiore al 18% degli ossidi di sodio, potassio, calcio, magnesio e bario),

2. preparazioni e prodotti contenenti fibre minerali artificiali aventi un tenore totale di massa superiore allo 0,1 per cento.

(2) Il paragrafo 1 non si applica se le fibre minerali artificiali soddisfano uno dei seguenti criteri:

1. Un adeguato test intraperitoneale non ha rivelato alcun segno di eccessiva cancerogenicità;

2. L'emivita dopo instillazione intratracheale 2 milligrammi di una sospensione di fibre per fibre di lunghezza superiore a 5 micrometri, un diametro inferiore a 3 micrometri e un rapporto lunghezza/diametro superiore a 3 a 1 (fibre OMS) non deve superare 40 giorni;

3. L'indice di cancerogenicità CI, che deriva dalla differenza tra la somma del contenuto di massa (in percentuale) degli ossidi di sodio, potassio, boro, calcio, magnesio, bario e il doppio del contenuto di massa (in percentuale) di ossido di alluminio, è almeno 40,

4. le fibre di vetro destinate ad applicazioni ad alta temperatura, che sono

a) richiedono una temperatura di classificazione di 1 000 gradi Celsius fino a 1 200 gradi Celsius, hanno un'emivita non superiore a 65 giorni conformemente ai criteri di cui al paragrafo 2; oppure

b) richiedono una temperatura di classificazione superiore a 1 200 gradi Celsius; un'emivita non superiore a 100 giorni secondo i criteri di cui al punto 2.

(3) Sono vietati i metodi di spruzzatura con fibre minerali cancerogene.

(4) I paragrafi da 1 a 3 si applicano anche alle famiglie

2.3 Polveri di fibre inorganiche (diverse dall'amianto)

(1) Questa sezione si applica alle fibre inorganiche (escluso amianto) di lunghezza > 5 µm, diametro < 3 µm und einem Länge-zu-DurchmesserVerhältnis von > 3:1 (fibre OMS).

2. La valutazione delle fibre dell'OMS è effettuata secondo le categorie per le sostanze cancerogene di cui all'allegato I del regolamento CLP e per le fibre vetrose, inoltre, sulla base dell'indice di cancerogenicità IC 1, che, per le fibre dell'OMS da valutare, si basa sulla differenza tra la somma dei tenore di massa (%) degli ossidi di sodio, potassio, boro, calcio, magnesio, bario e il doppio del tenore di massa (%) di ossido di alluminio.

IC = somma Na, K, B, Ca, Mg, ossido di Ba - 2 x ossido di Al

1. Le fibre vetrose dell'OMS con indice di cancerogenicità IC <= 30 sono classificate nella categoria 1B.

2. Le fibre di vetro OMS con indice di cancerogenicità CI > 30 e < 40 sono classificate nella categoria 2.

3. Per le fibre vetrose dell'OMS, nessun indice di cancerogenicità è classificato come cancerogeno se il loro indice di cancerogenicità è >= 40.

3. La classificazione delle fibre dell'OMS può essere effettuata mediante un test di cancerogenicità con applicazione intraperitoneale, preferibilmente con polveri di fibre in una distribuzione di dimensioni del posto di lavoro.

1. Se si osserva cancerogenicità per le fibre dell'OMS in un test di cancerogenicità secondo la frase 1 con una dose di 1 x 109 fibre OMS, la classificazione deve essere nella categoria 1B. D'altra parte, la classificazione è indicata nella categoria 2 se non è stato osservato alcun effetto cancerogenico in questa prova di cancerogenicità.

2. In quest'ultimo caso è consigliabile effettuare un ulteriore test di cancerogenicità secondo la frase 1 con una dose di 5 x 109 fibre OMS. Se a questa dose è dimostrato l'effetto cancerogeno delle polveri fibrose, la classificazione nella categoria 2 deve essere mantenuta. D'altro canto, non viene effettuata alcuna classificazione delle fibre dell'OMS se nel test di cancerogenicità non è stato osservato alcun effetto cancerogenico.

4. La classificazione delle fibre dell'OMS può essere effettuata anche determinando in vivobio la resistenza. Successivamente, una classificazione nella categoria 2 di sostanze cancerogene viene effettuata quando è stata determinata un'emivita di oltre 40 giorni per le fibre dell'OMS dopo instillazione intratracheale di 4 x 0,5 mg fibre in una sospensione...

Nota a piè di pagina dell'IA

L'uso dell'indice di cancerogenicità CI per classificare le fibre dell'OMS come cancerogenicità può comportare la classificazione delle fibre dell'OMS con un'IA inferiore a 40 come cancerogenicità, anche se una prova di cancerogenicità di cui al paragrafo 3 o la determinazione della bioresistenza in vivo conformemente al paragrafo 4 non comporta una classificazione come cancerogena. Ciò significa che le fibre dell'OMS, per le quali solo un indice IC è inferiore a 40, sono precauzionali per essere classificate come cancerogene, anche se ulteriori test potrebbero confutare questa classificazione. Tuttavia,
l'IA è un test economico che consente di esaminare l'uso di vecchie lane, installate prima del 1996, per la cancerogenicità nella trappola a due rocce. Old Wanna con fibre OMS che hanno un'IA maggiore di 40 può essere classificato come non cancerogeno a causa dell'indice IC. Per la valutazione della vecchia lana minerale e l'istituzione di misure di protezione nel quadro della demolizione,. Il TRGS 521 deve essere utilizzato per lavori di ristrutturazione e manutenzione.

 

 

2.1 La lana

di lana è un accumulo disordinato di fibre di diverse lunghezze e diametri.

2.2 Lana minerale

(1) I materiali isolanti costituiti da lana di pietra o di vetro fabbricati artificialmente sono raggruppati sotto la denominazione collettiva Lana minerale.
( 2) La lana minerale è costituita da fibre minerali artificiali costituite da fibre non dirette, vetrose (silicati) con un contenuto di massa superiore al 18% di ossidi di sodio, potassio, calcio, magnesio e bario.

2.3 Lana minerale vecchia

(1) Ai fini del presente TRGS, le vecchie lane minerali sono fibre minerali artificiali resistenti ai bioperi conformemente all'allegato IV n. 22 dell'ordinanza sulle sostanze pericolose. Secondo TRGS 905 «Elenco delle sostanze cancerogene, mutagene o tossiche», le polveri di fibre rilasciate dalla vecchia lana minerale devono essere considerate cancerogene.
( 2) Il divieto di produzione e uso ai sensi dell'allegato IV n. 22 dell'ordinanza sulle sostanze pericolose è applicabile per la lana minerale vecchia dal giugno 2000. Nel caso della lana minerale installata prima del 1996, si deve presumere che si tratti di lana minerale vecchia ai sensi del presente TRGS.

2.4 Lana minerale nuova

La lana minerale prodotta a partire da fibre minerali artificiali, ad esempio dal 1996, che soddisfano i criteri di autorizzazione di cui all'allegato IV n. 22 dell'ordinanza sulle sostanze pericolose, è denominata lana minerale nuova.

Analisi dell'amianto0

Analisi affidabile dell'amianto mediante microscopia elettronica a scansione, SEM/EDXORDINA SUBITO!

Sono a disposizione per una consulenza!

  • Tel.: +49 (0)5505 // 940 98-0
  • Fax: +49 (0)5505 // 940 98-260

Notizia

15/ott/2020

Negozio online CRB italiano ora certificato da Trusted Shops

La traduzione del nostro sito web in italiano è la prossima pietra miliare sulla via dell'ulteriore sviluppo dei mercati internazionali. Siamo onorati e fortemente motivati che anche i clienti all'estero abbiano fiducia nella nostra competenza. Rendere disponibile il nostro sito web in italiano, dopo l'inglese e il francese, è quindi per noi un passo logico e necessario Per saperne di più

30/lug/2020

Nachholtermin: vdu-Schulung zum Thema „LAGA PN 98“ im September 2020 in Hannover

Nachholtermin der vdu-Schulung „LAGA PN 98“ anberaumt zum 16. September 2020. vdu-Geschäftstelle in Hannover eruiert Interessenlage und bittet um Mitteilung der Teilnehmerzahl.  Per saperne di più

23/mar/2020

INTERSCHUTZ si trasferisce nel 2021

La fiera leader nel settore degli incendi, dei soccorsi, della protezione civile e della sicurezza sarà rinviata da giugno di quest'anno a giugno 2021 a causa dell'attuale situazione pandemica. Per saperne di più

';