Logo

Trattare l'amianto: l'ignoranza non protegge dalla punizione - prima controllare, poi pulire

Procedimenti giudiziari: Multe pesanti per abbattimenti impropri di amianto

Trattare l'amianto: l'ignoranza non protegge dalla punizione - Prima controllare, poi pulire

Di volta in volta, gli appaltatori e i fai da te devono rispondere davanti ai tribunali per non aver rispettato le misure di sicurezza e di protezione dell'ambiente in relazione all'amianto.

Solo recentemente, gli agenti di polizia di Marktoberdorf (Allgäu) hanno osservato degli operai edili di pattuglia che rimuovevano il rivestimento esterno in eternit contenente amianto di un edificio senza prendere le necessarie misure di protezione. Di conseguenza, è stata avviata un'indagine penale contro l'appaltatore.

In un altro caso recente, un ex imprenditore edile è stato condannato dal tribunale distrettuale di Singen a una multa di 36.000 euro e a due anni di libertà vigilata. Anche se c'era un sospetto di amianto secondo una perizia ottenuta in precedenza, l'impresa di costruzioni non aveva preso tutte le precauzioni di protezione per maneggiare l'amianto durante lo smantellamento dei pannelli del tetto. Anche se gli operai indossavano indumenti protettivi, secondo i testimoni non c'era un'area di pausa separata, nessun aspiratore adatto e nessuna cordonatura adeguata del cantiere. Inoltre, c'era un numero sproporzionato di pannelli del tetto rotti in giro per il sito.

Attenzione ai falsi artigiani e ai truffatori dell'amianto

Mentre alcuni tuttofare e fai-da-te maneggiano l'amianto in modo improprio per ignoranza o valutano male la situazione di pericolo, ci sono anche truffatori che vogliono fare pressione su proprietari di case e residenti per la rimozione dell'amianto. La polizia della Media Franconia avverte di autori che agiscono a livello nazionale e che si spacciano per artigiani. Spesso procedono come segue:

I truffatori

  • si avvicinano ai proprietari di case e ai residenti in modo mirato e non richiesto
  • affermano che c'è bisogno di lavori urgenti su case, garage o estensioni
  • parlano di una presunta esposizione all'amianto (senza prove tramite test) per spaventare la gente
  • promettono un lavoro veloce e relativamente economico (a volte iniziano il lavoro durante la prima conversazione e senza assegnare il contratto)
  • eseguono il lavoro in modo approssimativo/improprio e accettano possibili rischi per la salute
  • chiedono poi prezzi significativamente più alti (a volte minacciano semplicemente di lasciare le macerie dell'edificio in giro)

La polizia consiglia quindi di non lasciare mai entrare in casa o nell'appartamento dei commercianti senza preavviso. I contratti non dovrebbero mai essere firmati sotto la pressione del tempo o i servizi di questi artigiani non dovrebbero mai essere pagati in anticipo se le aziende non possono presentare documenti di smaltimento adeguati. In caso di dubbio, gli interessati dovrebbero contattare la polizia e denunciare il fatto.

Pericolo di amianto non visibile a occhio nudo

Il fatto che le vecchie lastre ondulate del tetto (lastre di Eternit) contengono amianto e richiedono speciali precauzioni di sicurezza durante lo smantellamento è ormai noto a molti. Tuttavia, l'amianto è stato ancora usato in numerosi altri materiali da costruzione fino ai primi anni '90 e può essere trovato in una grande varietà di luoghi nelle case costruite o ristrutturate prima che il divieto di amianto fosse introdotto nel 1993 (vedi info-grafica: Dove si nasconde l'amianto in casa?) Poiché le minuscole fibre possono essere viste solo al microscopio, spesso non è ovvio per il profano, o anche per i commercianti esperti, quali materiali da costruzione sono contaminati dall'amianto e quali no. Per proteggere se stessi e gli altri dai pericoli per la salute e dalle sanzioni elevate, consigliamo sempre: prima fate testare l'amianto, poi ristrutturate!

 

Fonti:

https://www.allgaeuhit.de/Ostallgaeu-Marktoberdorf-Fahrlaessiger-Umgang-mit-Asbest-in-Marktoberdorf-article10043066.html

https://www.suedkurier.de/region/kreis-konstanz/singen/umgang-mit-asbest-landet-vor-gericht-ein-verdachtsfall-wird-richtig-teuer;art372458,10759056

https://www.berliner-kurier.de/ratgeber/achtung-miese-handwerker-abzocke-polizei-warnt-bundesweit-vor-dreisten-asbest-betruegern-li.143727

';