Logo

Sviluppo di un metodo di prova per la decontaminazione da amianto degli indumenti dei vigili del fuoco

In situazioni di incendio, i vigili del fuoco sono esposti a diverse sostanze pericolose, tra cui spesso l'amianto. La crescente sensibilità nell'igiene operativa - soprattutto per gli indumenti operativi fortemente contaminati - solleva vari interrogativi:

  • Come e in che misura è possibile pulire gli indumenti dei vigili del fuoco contaminati dall'amianto?
  • Il processo di lavaggio di una lavanderia speciale è in linea di principio in grado di rimuovere la contaminazione da amianto dai materiali tipici dell'abbigliamento operativo?
  • I tipi di tessuto utilizzati per la produzione di indumenti operativi consentono una maggiore prestazione di pulizia rispetto ad altri tipi di tessuto, come il cotone?

Finora mancano procedure di prova standardizzate per valutare le prestazioni di pulizia dei processi di lavaggio. In collaborazione con la lavanderia specializzata MeyerundKuhl, il nostro laboratorio accreditato per l'amianto ha quindi sviluppato una procedura di prova e l'ha applicata in una serie di test per consentire una dichiarazione qualitativa e la quantificazione delle prestazioni di pulizia.

Scopo della procedura di prova sviluppata

La procedura di prova sviluppata in comune viene utilizzata per verificare se i tessuti antincendio possono essere sufficientemente decontaminati dal lavaggio e dall'impregnazione. Vengono testati diversi materiali tessili comunemente utilizzati per la produzione di dispositivi di protezione individuale, come Nomex, PBI o X55. L'obiettivo è quello di indagare se il tipo di tessuto ha un'influenza sull'effetto pulente. Inoltre, si analizzerà se questi tessuti speciali sono più adatti alla decontaminazione in una lavanderia rispetto a tessuti di cotone o sintetici comparabili.

Per condizioni di prova realistiche, vengono applicate le istruzioni procedurali di igiene operativa per la lotta antincendio. Inoltre, i tessuti di prova vengono lavati insieme agli indumenti standard dei vigili del fuoco per ottenere gli stessi carichi meccanici di quelli prodotti in una lavanderia speciale dal processo di lavaggio e impregnazione.

Poiché non esistono valori limite ufficiali, questo metodo di prova può essere utilizzato solo per valutare l'efficacia del processo di lavaggio confrontando le concentrazioni delle fibre prima e dopo il processo di lavaggio.

Procedura per il test di decontaminazione dell'amianto

Testverfahren zur Waschleistung/Dekontaminierung von Feuerwehrtextilien bei Asbest-BelastungL'analisi della contaminazione prima e dopo il processo di lavaggio segue metodicamente la linea guida VDI 3866, parte 5, appendice B:2017-06, che è rilevante per le indagini sull'amianto in Germania, dove anche il più piccolo contenuto di amianto può essere rilevato con una sensibilità di rilevamento di 0,001 massa per cento di amianto.

I singoli passi a colpo d'occhio:

  • Taglio di 3 pezzi di tessuto ciascuno di 15 cm x 15 cm per ogni tipo di tessuto esaminato (Nomex, PBI e X55 così come un semplice tessuto di cotone)
  • Fornire ai pezzi di tessuto un'etichetta permanente per una chiara identificazione
  • Contaminazione dei campioni di tessuto in laboratorio con i due tipi più comuni di amianto tecnico, crisotilo e amosite, e confezionamento individuale in sacchetti a tenuta d'aria e solubili in acqua
  • Lavaggio dei tessuti di prova nella lavanderia speciale insieme ad altri indumenti tessili
  • Prelievo di campioni d'acqua dal liquido di lavaggio dopo il primo ciclo di lavaggio e dopo il completamento del processo di lavaggio e di impregnazione
  • Esame dei campioni d'acqua e dei materiali di prova purificati nel laboratorio di analisi per la ricerca di fibre di amianto o del contenuto di fibre residue

Risultati del test: L'amianto crisotilo può essere completamente rimosso dall'abbigliamento dei vigili del fuoco con una pulizia speciale

Nell'ambito dell'indagine condotta insieme alla lavanderia speciale MeyerundKuhl, le concentrazioni di impurità nei campioni di tessuto prima del processo di lavaggio erano significativamente elevate. Se un simile livello di contaminazione è presente a seguito di un incendio con amianto, si può chiaramente ipotizzare un pericolo per la salute. I tessuti contaminati in questo modo dovrebbero essere ulteriormente trattati solo da persone addestrate utilizzando le procedure speciali di igiene operativa.

Risultati importanti della procedura di prova per la decontaminazione dell'amianto

  • Anche piccole quantità di amianto sono sufficienti a causare una notevole contaminazione dei tessuti.
  • L'amianto crisotilo non è stato rilevato in nessuno dei campioni di tessuto dopo il processo di lavaggio.
  • In tutti i campioni di tessuto contaminato esaminati, dopo il lavaggio è stato possibile individuare singole fibre isolate o piccoli fasci di fibre di amositasbest.
  • I tipi di tessuto (PBI, X55 e NOMEX) usati specialmente per l'abbigliamento operativo possono essere puliti molto meglio del tradizionale tessuto di cotone.

Il processo di lavaggio sviluppato nella lavanderia speciale MeyerundKuhl è adatto per la pulizia dall'amianto dei principali tipi di tessuto utilizzati nell'abbigliamento dei vigili del fuoco. Il crisotilo minerale di amianto tecnico più frequentemente utilizzato può apparentemente essere completamente rimosso con un adeguato processo di lavaggio. A seconda del tipo di tessuto, la contaminazione delle fibre da amosite può essere ridotta del 99,4% (cotone) al 99,9% (Nomex). La contaminazione residua può essere spiegata dal fatto che le fibre di Amosit a forma di ago, ingombranti e ingombranti, penetrano in profondità nel tessuto e si incastrano in modo tale da non poter essere estratte quantitativamente dal processo di lavaggio. Tuttavia, non ci si può aspettare che queste fibre vengano rilasciate dal tessuto durante l'ulteriore utilizzo dei tessuti e comportino un rischio per l'uomo e per l'ambiente.

La procedura di prova sviluppata in comune sembra essere adatta a dimostrare gli effetti di una pulizia speciale in relazione alla contaminazione legata alle fibre. Oltre all'abbigliamento operativo puro, nel concetto di decontaminazione devono essere inclusi anche i caschi di sicurezza, la protezione delle vie respiratorie, i guanti e gli stivali. Ulteriori serie di test potrebbero essere utilizzate anche per testare il presupposto che il cotone contaminato è difficile da pulire e quindi non è adatto all'uso in cui le persone sono esposte a contaminazione da sostanze legate alle fibre.

I dettagli della procedura di prova sviluppata possono essere letti in questo rapporto di Ralf Klaus Blecher, Dr. Jochen Kuhl, Axel Meyer e Dr. Stefan Pierdzig:

Decontaminazione di tessuti per vigili del fuoco esposti all'amianto (PDF, 2,1 MB)

';