Logo

Il Dr. Stefan Pierdzig riferisce dal Congresso IAEG/AEG di San Francisco

Congresso IAEG/AEG a San FranciscoUn congresso congiunto di AEG - Association of Environmental & Engineering Geologists - e IAEG - International Association of Environmental & Engineering Geologists - si è tenuto a San Francisco dal 15 al 23 settembre 2018.

Circa 350 lezioni in diversi campi dell'ingegneria e della geologia ambientale sono state tenute da geologi americani, ma anche da un numero considerevole di geologi internazionali. Oltre ai simposi sulla costruzione di dighe, l'idrogeologia e le acque sotterranee, i terremoti e il movimento del terreno, l'inquinamento ambientale, la modellazione geologica e altri, si è svolto un simposio su "Naturally Occurring Asbestos, NOA".

Il simposio si è svolto sotto forma di una conferenza del Prof. Dr. Alessandro F. Gualtieri (Università di Modena, Italia) con una panoramica generale delle fibre minerali, una tavola rotonda, 34 lezioni individuali sul tema dell'amianto naturale e un'escursione ad un progetto di diga recentemente completato (Calaveras Dam Replacement Project) in mezzo a rocce contenenti amianto.

Su invito di Mark Bailey (Asbestos TEM Laboratories Inc., Berkeley, CA, USA), Presidente del NOA-Symposium, il nostro dipendente Dr. Stefan Pierdzig ha partecipato all'evento come relatore con una conferenza (Regulations concerning Naturally Occuring Asbestos (NOA) in Germany – Testing Procedures for Asbestos) e come partecipante alla tavola rotonda.


Il simposio

Nota chiave lezione del Prof. Dr. Alessandro F. Gualtieri sul tema delle fibre minerali

Il Prof. Gualtieri presenterà lo stato della ricerca multidisciplinare nel campo dell'amianto e delle fibre minerali. Egli sottolinea le interazioni biochimiche nocive finora poco comprese delle fibre minerali con il corpo umano.

Chiede una più stretta collaborazione tra il mineralogista/cristallografo, che osserva la fibra di amianto, e il biochimico/tossicologo/fisico dall'altro lato, che prende la prospettiva dell'organismo che interagisce con la fibra.

Egli sottolinea inoltre che vi sono numerose altre fibre minerali, non ancora regolamentate, ricavate dalla fibra di amianto, che sono ragionevolmente sospettate di essere cancerogene nel corpo umano.

Panel discussion con gli ospiti internazionali del simposio

Panel discussion al Congresso IAEG/AEG di San Francisco

Partecipanti: Martin Harper (USA), Marc Hendrickx (Australia), Stefan Pierdzig, Yul Roh (Corea del Sud), Erell Leocat (Francia, sotto copertura), Alessandro Gualtieri (Italia), Leticia Lescano (Argentina), Francesco Turci (Italia)

Dopo un'introduzione dei partecipanti e una descrizione delle loro attività in relazione all'amianto, c'è stato uno scambio (purtroppo con troppo poco tempo a disposizione) sui seguenti argomenti

  • Cos'è l'amianto (mineralogico, morfologico)
  • Norme legali sull'amianto naturale
  • Protezione dei lavoratori e della popolazione nella manipolazione di rocce contenenti amianto

Lezione di Stefan Pierdzig: Regolamento sull'amianto naturale (NOA) in Germania - Procedure di prova per l'amianto

Conferenza del Dr. Stefan Pierdzig al Congresso IAEG/AEG di San FranciscoNella presentazione sono stati trattati i seguenti argomenti:

  • norme di legge (GefStoffV, TRGS 517) in relazione ai fenomeni di amianto naturale 
  • Presentazione di rocce potenzialmente contenenti amianto sulla base di una carta geologica della Germania 
  • Definizione di amianto e fibre secondo TRGS 517 
  • Metodi di campionamento e di analisi
  • Raccolta di informazioni, valutazione del rischio
  • Misure di protezione generali e supplementari

 

Estratto della lezione
Regulations concerning Naturally Occuring Asbestos (NOA) in Germany – Testing Procedures for Asbestos
Pierdzig, Stefan, CRB Analyse Service GmbH, Germania, pierdzig@crb-gmbh.de
In Germania come in altri paesi, come in altri paesi, le rocce potenzialmente contenenti amianto sono utilizzate come materie prime per una serie di apparecchiature di ingegneria. Queste rocce sono ultrabasite (dunite, harzburgite), rocce ignee (basalto, gabbro, norite) e rocce metasomatiche o metamorfiche come talco, greenschist, anfiboliti. Sulla base della "Gefahrstoffverordung" (Ordinanza sulle sostanze pericolose) esiste uno statuto normativo per il funzionamento di queste rocce, dei composti e dei prodotti che ne derivano. Le autorità dichiarano che in Germania non esistono rocce naturali con più dello 0,1% in massa di uno dei sei minerali di amianto (crisotilo, amosite, crocidolite, tremolite, actinolite, antofillite). Ma è noto che esistono rocce con un'alta concentrazione modale di questi minerali con un habitus da colonnare a prismatico non asestiforme. Sotto stress meccanico durante la manipolazione, a causa della loro elevata scissione, possono portare a frammenti di scissione fibrosi, che sono conformi alla definizione dell'OMS-Fibra. In considerazione di questo fatto la normativa è cambiata nel 2007: ogni particella fibrosa di amianto, non importa se NOA o di origine scissione, viene rilevata per la valutazione dei rischi o durante la manipolazione di queste rocce. Se la concentrazione di fibre dell'OMS è < 0,1 mass-%, le rocce e i prodotti possono essere utilizzati e riutilizzati con misure di protezione. A concentrazioni > 0,1 mass-%, il materiale è considerato rifiuto pericoloso e deve essere smaltito. Queste norme si applicano a molti settori industriali come lo sfruttamento e la lavorazione delle rocce, il loro utilizzo nella costruzione di strade e piste e il loro riciclaggio. L'analisi (al SEM/EDS) della concentrazione di amianto di rocce, ghiaie o polveri viene effettuata nella frazione granulometrica < 100 µm, prodotta mediante setacciatura o macinazione. I risultati rappresentano il peggior esame della situazione durante il trattamento meccanico di questi materiali. Il monitoraggio sul posto di lavoro viene effettuato mediante campionamento dell'aria per rilevare un limite di esposizione di 10.000 fibre m-3 di aria.

Progetto di sostituzione della diga di Exkursion zum Calaveras

Progetto di sostituzione della diga di Calaveras

Il bacino idrico della diga di Calaveras è stato utilizzato per fornire acqua a San Francisco per più di 100 anni. Dopo che la vecchia diga (a destra nella foto sopra) è diventata instabile a causa dei movimenti tettonici della terra, negli ultimi 7 anni è stata costruita una nuova diga (al centro della foto sopra). 
A questo scopo sono stati spostati diversi milioni di tonnellate di roccia, alcune delle quali altamente contenenti amianto, rocce metamorfiche. In questo progetto, il glaucofano, un anfibolo metamorfico ad alta pressione trovato in queste rocce, è stato anche classificato come minerale di amianto per la sua morfologia fibrosa. 
Durante l'escursione e alcune lezioni di accompagnamento, sono state spiegate le singole fasi della costruzione della diga e le ampie misure di protezione per i lavoratori e la popolazione (comprese numerose stazioni per la misurazione continua dell'aria intorno al progetto di costruzione).

 


I risultati e le impressioni più importanti del simposio

Carte geologiche di rischio per la possibile esposizione all'amianto

In alcuni paesi (USA, Francia, Italia, Australia) esistono mappe in scala ridotta in cui è possibile mostrare rocce potenzialmente contenenti amianto, suddivise di nuovo in un massimo di 4 classi di rischio.
Si tratta di uno strumento importante per la valutazione del rischio di misure infrastrutturali come la costruzione di strade, ferrovie, gallerie e vie navigabili e, a quanto mi risulta, non è disponibile in Germania.

Adattamento transnazionale della definizione di amianto e fibre?

La Germania sembra essere l'unico paese (TRGS 517, ... È irrilevante se una fibra di amianto è stata liberata da una presenza fibrosa o non fibrosa di un minerale di amianto) in cui i prodotti di fissione di minerali di amianto eventualmente principalmente non fibrosi vengono utilizzati anche per una valutazione dei rischi, che si presentano solo quando il materiale è sottoposto a sollecitazioni meccaniche. Forse per una buona ragione ... (vedi punto successivo).
Altri paesi considerano solo l'amianto fibroso primario, che si distingue dai frammenti fissili per la sua morfologia, compreso il rapporto di aspetto (rapporto lunghezza-diametro).

Pericolo dovuto a frammenti di fibre scollate

In un'imponente conferenza e immagini GST a livello atomico, Vigliaturo Ruggero, Università della Pennsylvania, presenterà i risultati di uno studio che mostra come i frammenti di fissione rettilinea dell'amianto anfibolo (antofillite, grunerite, amosite) siano assorbiti dalle cellule in presenza contemporanea di amianto a fibra lunga, dove sono biochimicamente circondati e incapsulati da uno strato di ferro (ossido) e sono l'innesco di malattie polmonari e mesoteliali.

Altre fibre di diversi gruppi minerali cancerogeni?

Diversi gruppi di ricercatori sottolineano l'effetto cancerogeno (potenziale o provato) delle fibre minerali che non appartengono ai 6 minerali di amianto regolamentati:
Per esempio, erionite della famiglia delle zeolite, antigorite fibrosa (serpentina) e anfibi fibrosi come il glaucofano.

Metodi di analisi per la quantificazione dell'amianto

Alcuni paesi hanno iniziato solo di recente ad affrontare il problema dell'amianto del manto stradale o di altri prodotti realizzati con rocce potenzialmente contenenti amianto (Francia dal 2013), ad esempio, e in alcuni casi non dispongono di linee guida nazionali per la quantificazione dell'amianto in tali prodotti.
In altri paesi, il problema dell'amianto è stato affrontato in modo intensivo in grandi progetti come il Calaveras Dam Replacement Project in California, la costruzione di una tangenziale in gran parte sotterranea intorno a Genova e la costruzione di una linea ferroviaria in Corea del Sud.
In ogni caso, i metodi di quantificazione dell'amianto sono incoerenti e portano a risultati diversi (vedi anche il punto seguente).

Test interlaboratorio per la quantificazione del contenuto di massa di amianto a basso contenuto di amianto ...

... in materiali naturali o tecnici attualmente solo i Laboratori di Salute e Sicurezza, HSL, Gran Bretagna sembrano offrire con il loro programma LACS - low asbestos content scheme (risultati di alcune discussioni). 
Per quanto si è potuto scoprire, esistono, se non addirittura, solo progetti di ring test per prodotti tecnici con risultati qualitativi.
Il valore informativo delle serie di test interlaboratorio LACS ha risentito nei primi 4 turni del fatto che i risultati dei diversi metodi analitici TEM, SEM, PLM e delle linee guida di indagine come ISO 22262-2 e BIA/IFA 7487 sono stati raggruppati insieme e non considerati separatamente. C'è da sperare che questo cambierà con l'attuale round 5.

';